Eventi

21° Festival Internazionale degli Ottoni Italian Brass Week

 

SOUL, MIND & BODY

SOUL, MIND & BODY
 Soul, Mind & Body

Musica e Meditazione si legano indissolubilmente per il raggiungimento del benessere psichico, fisico e sociale, concetto valorizzato dall'Organizzazione mondiale della Sanità. La Musica può contribuire a raggiungere questa condizione, certamente la musica ha accompagnato la vita dell’uomo fin dalle sue origini. Chi ne ha fatto materia di studio sistematico fu però la Grecia classica. Per Platone e Aristotele, che erano anche musicologi, l’arte del ritmo musicale contribuisce a migliorare la calma interiore, la serenità e addirittura la morale. Per Platone il mondo si poggiava su principi musicali e la vita dell’uomo è dominata dall’armonia del ritmo e un’educazione musicale aiuta a raggiungere la formazione di un carattere equilibrato. Per Aristotele ascoltando le note di qualsiasi strumento è possibile alleviare le tensioni psichiche perché la musica possiede un grande potere liberatorio. Nel Medioevo i depositari della musicoterapia furono i monaci delle abbazie, che assegnarono al canto gregoriano una particolare efficacia contro tensioni e disturbi psichici. Ma fu il Settecento, con l'Illuminismo a dare impulso a questo ambito, con lo studio delle vibrazioni che si creano nel corpo umano all'ascolto della Musica. Alla fine dell'800 la Musicoterapia inizia a gettare le sue basi non più religiose o rituali ma scientifiche, cliniche. Fino ad oggi, agli studi universitari o di Fondazioni di ricerca che stanno studiando come la Musica sia capace di rivelare il nesso fra l'uso dei suoni come terapia complementare nella cura di varie patologie, dall'Alzheimer alla depressione, e il benessere degli esseri umani.

Docenti: Gabriella Rania, Elies Monxolí Cerveró e Luca Benucci