Concerti

20° Festival Internazionale degli Ottoni Italian Brass Week

28 Luglio

Armonia Apollinea

Armonia Apollinea

 

 

 

 

  

Domenica 28 luglio 2019, ore 10.30


Aula Magna dell'Ospedale di Careggi, Largo G. Alessandro Brambilla 3 - Firenze

 

Concertango

 

Bayres Horns - Argentina

Fernando Chiappero

Luis Ariel Martino

Gustavo Ibacache

Christian Morabito

 

Programma:

 

Carlos Gardel e Alfredo Le Pera, Mi Buenos Aires Querido

Carlos Gardel e Alfredo Le Pera, Por una Cabeza

Astor Piazzolla, Oblivion

Gerardo Matos Rodriguez, La Cumparsita

Astor Piazzolla, Adios Nonino

Juliàn Plaza, Nocturna

Mariano Mores e Rodolfo Taboada, El Filurete

Astor Piazzolla e Mariano Mores, Libertanguera arr. di Libertango e Tanguera

 

in collaborazione con l'Ospedale di Careggi

*ingresso libero con donazione a favore dell'Associazione The Precious Hands

 

Fin dalla Grecia classica Musica e Medicina sono sempre andate a braccetto. Riprendendo le riflessioni dei filosofi antichi, da Platone ad Aristotele, siamo certi che la Musica riesca a sintonizzarsi con le condizioni dell'anima, muovendo emotivamente e psicologicamente chi l'ascolta, creando empatia e fascinazione.

Ecco il legame indissolubile del quale ci facciamo portavoce. Crediamo nella sua valenza catartica, nella sua misteriosa capacità di liberare l'anima e la psiche dalle pulsioni negative, siamo convinti che sia un preciso strumento in grado di curare corpo e anima, proprio grazie a questo suo segreto fascino.

I concerti che vi proponiamo, dedicati ai pazienti e ai loro familiari, sono sia preziosi momenti di solidarietà e condivisione di emozioni che il nostro Festival mette in atto in questa nuova edizione, sia l'applicazione manifesta della nostra volontà di essere vicini a coloro che non possono raggiungerci nei luoghi deputati ai nostri concerti e quindi alla concezione aristotelica secondo la quale la nostra Musa è portatrice di bellezza, guarisce le ferite del corpo e dell'anima.

Achille, Odisseo e Apollo, quest'ultimo Dio che presiede alla Musica e alla Medicina, sono gli emblemi ai quali ci leghiamo, facendo dei nostri strumenti musicali strumenti terapeutici, portatori di solidarietà, serenità e bellezza.

Il programma proposto dal Quartetto ha titolo Concertango. La giovane formazione sudamericana, costituita dai cornisti dell'Orchestra del Teatro Colon di Buenos Aires, porta in concerto diversi brani del suo primo album dall'omonimo titolo, includente tanghi, milonghe e vals dei più noti compositori argentini, primi su tutti Carlos Gardel e Astor Piazzolla. I tanghi Mi Buenos Aires Querido e Por una Cabeza sono quei pensieri tristi che si ballano, come quelle belle melodie che ti arrivano dirette all'anima, di questa forma popolare, unione perfetta di poesia, danza e musica, intrise di melting pot latino americane. Così come Oblivion, Adios Nonino, Libertango, pagine sospese tra jazz, classica e musica da ballo, ora introspettiva, ora struggente, ora portavoce di quel Tango Nuevo intriso di amore per la terra di origine, un pensiero profondo, triste e inquieto che trova voce nella sensibile libertà musicale.