Italian Brass Week

18° Festival Internazionale degli Ottoni Italian Brass Week

Sergei Nakariakov
Francisco “Pacho” Flores
Otto Sauter
Claudio Quintavalla
Andrea Tofanelli
Rex Richardson
Periodo
dal 9 al 16 luglio 2017
Tipo di lezioni

Il corso di tromba avrà le seguenti modalità.

Gli allievi iscritti potranno usufruire delle lezioni con i maestri e la seguente ripartizione:

  • 3 lezionI di 30 minuti con Andrea Tofanelli
  • 3 lezione di 30 minuti con Francisco Flores
  • 2 lezioni di 30 minuti con Sergei Nakariakov 
  • 3 lezioni di 30 minuti con Otto Sauter
  • 1 lezione di 30 minuti con Claudio Quintavalla
  • 3 lezioni di 30 minuti con Rex Richardson

 

Le lezioni saranno così calendarizzate:

  • dalle 9.00 alle 12.00: Lezioni individuali
  • dalle 12.30 alle 13.15: Conferenze
  • Pausa pranzo
  • dalle 15.00 alle 18.00: Lezioni individuali
  • dalle 18.00 alle 19.30: Prove Brass Ensemble
  • dalle 19.30 alle 21.30: Cena
  • 21.30: Concerti serali
  • 23.30: jam session al Pub con i jazz soloist del festival.

 

I Master collettivi e i concerti sono inclusi nella quota dl partecipazione. Non è richiesta un audizione per partecipare.

Alla fine della Master class, verrà rilasciato un diploma dall'Italian Brass Week.

Limite studenti
35
Costo
Il prezzo per il corso di tromba è fissato in 200€ di iscrizione come quota associativa, e 250€ di partecipazione.
Campus Corno
Campus Tromba
Campus Trombone
Campus Tuba
Musica da camera

Sergei Nakariakov

Solista internazionale

Sergei Nakariakov, a 13 anni, dopo una sua esecuzione al Korsholm Festival, venne soprannominato dalla stampa finlandese il Paganini della tromba e, nel 1997, dalla stampa tedesca Musik und Theater, il Caruso della tromba.
Sergei, con il suo strumento, ha sviluppato una voce musicale unica, molto più di un mezzo del  suo virtuosismo. Il suo repertorio è composto non solo dalla letteratura originale per tromba ma, alla continua ricerca di nuovi significati nell’espressione musicale, è riuscito a portare alla ribalta anche il flicorno.
Nato a Gorky nel 1977, Sergei a soli 6 anni inizia a studiare pianoforte. A causa di una lesione della colonna vertebrale interrompe lo studio del pianoforte e inizia quello della tromba. Suo primo maestro è il padre Mikhail Nakariakov, dal quale ha ereditato doti tecniche e musicali. A 10 anni Sergei inizia a suonare con diverse orchestre, nelle più importanti sale concerti dell’Unione Sovietica. La sua nascente carriera lo porta a lasciare l’Unione Sovietica per trasferirsi in Israele.
Nel 1991 è protagonista dell'Ivo Pogorelich Festival di Bad Wörishofen, nell’agosto dello stesso anno debutta con la Lithuanian Chamber Orchestra al Festival di Salisburgo. L’anno successivo è ospite al Schleswig-Holstein Musikfestival, dove riceve il Prix Davidoff.
Si esibisce in tutto il mondo, nei principali centri, auditorium, palcoscenici internazionali: l’Hollywood Bowl di Los Angeles, il Lincoln Center a New York, la Royal Festival Hall e la Royal Albert Hall a Londra, il Théatre des Champs Elysèes a Parigi.
Nel 2002 Sergei Nakariakov riceve, dalla German Phono-Academy, l’ECHO Klassik Award come strumentista dell’anno. Nel 2006 esegue, in prima assoluta, Ad Absurdum con la Munich Chamber Orchestra, un concerto scritto e dedicato a lui da Jorg Widmann. Nel 2007 lo esegue con la BBC Symphony Orchestra e Jiri Belohlavek al Barbican di Londra.
La sua discografia è sterminata; l'album inciso con la Teldec Classics International (Warner) ha raccolto l’entusiasmo del pubblico e della critica per la scelta di un repertorio virtuosistico comprendente musiche di G. Bizet, N. Paganini, M. de Falla, G. Gershwin, N. Rimsky-Korsakov, accompagnato dal pianista Alexander Markovitch.
L’album Elegie, in duo con la pianista Vera Nakariakova, comprende una selezione di famose composizioni per voce e piano trascritte per tromba e pianoforte. Concertos for trumpet include l'esecuzione delle trascrizioni per tromba e flicorno di concerti per archi di J. Haydn, F. Mendelssohn e F. A. Hoffmeister. Il periodico francese Repertoire gli ha assegnato la valutazione "R10 - Coup de foudre". No limit ha ricevuto il premio RTL d’Or. From Moscow with love include l'esecuzione di concerti di autori russi. Nel suo più recente album Echoes from the past ha inciso i concerti di J. N. Hummel, W. A. Mozart, C. M. von Weber e C. Saint-Saens scritti, in originale, per fagotto e violoncello.
Nel novembre 2010 ha eseguito, per la prima volta, il Concerto Pieta dedicato a Chet Baker di Christian Jost con la Philharmonic State Orchestra di Amburgo nella Laeiszhalle.
Suona su strumenti Antoine Curtois Paris.

Francisco “Pacho” Flores

Solista Internazionale e Artista Deutsche Grammophon

Francisco "Pacho" Flores è vincitore di numerosi Concorsi: quello internazionale Maurice André, il più importante concorso di tromba del mondo, quello internazionale Philip Jones e quello internazionale "Città di Porcia". Flores è un prodotto del rivoluzionario "Sistema" venezuelano, che ha, fin dagli esordi, esaltato le sue straordinarie prestazioni solistiche.
Pacho Flores incanta il pubblico con la sua energia e il suo suono ed è a suo agio nello stile classico, così come in quello folk, dal repertorio solistico, a quelli cameristico e orchestrale.
Le sue performance da solista lo vedono impegnato con la Kiev Philharmonic, la Camerata di San Pietroburgo, l'Ensemble Orchestral de Paris, l'Orchestre de la Garde Républicaine, la NHK Symphony Orchestra, la Tokyo Symphony Orchestra, la Filarmonica di Osaka e l'Orchestra Simón Bolívar del Venezuela.
Tiene recital alla Carnegie Hall di New York, alla Salle Pleyel di Parigi e all'Opera City di Tokyo.
È membro fondatore del Venezuela Simón Bolívar Brass Quintet col quale realizza diversi tour in Europa, Sud America, Stati Uniti e Giappone.
Ha suonato sotto la direzione di prestigiose bacchette: Claudio Abbado, Sir Simon Rattle, Seiji Ozawa, Giuseppe Sinopoli, Rafael de Frübeck Burgos, Gustavo Dudamel, solo per citarne alcuni.
Fondatore e Direttore della Latin-American Trumpet Academy in Caracas, Flores è il mentore di una nuova generazione di musicisti che arrivano da ogni parte del Mondo per studiare con lui, dalla Finlandia, alla Spagna, alla Francia, al Giappone.
È dedicatario ed esecutore di opere prime assolute di Roger Boutry, Efraín Oscher, Giancarlo Castro, Santiago Báez, Juan Carlos Nuñez e Sergio Bernal.
È un artista Stomvi e si esibisce con strumenti costruiti da questa prestigiosa azienda, partecipando attivamente allo sviluppo e alle innovazione tecniche.
In questo anno Francisco "Pacho" Flores è diventato artista Deutsche Grammophon.

Otto Sauter

Solista internazionale

Otto Sauter è uno tra i più grandi solisti di tromba del mondo. Il talento musicale di Otto Sauter è stato incoraggiato fin dai primi anni di vita. Nato sulle rive del Lago di Costanza ha ricevuto le prime lezioni di tromba a 4 anni.
Ha continuato i suoi studi musicali con Claude Rippas presso il Conservatorio di Winterthur. Nel 1984 ha conseguito il diploma per insegnamento e orchestra e, nel 1985, il diploma di solista.
Dopo la laurea, Otto Sauter ha continuato i suoi studi con Bo Nilsson in Svezia e Pierre Thibaud a Parigi.
Dal 1988 fino al 1998 è prima tromba alla Bremen State Philharmonic Orchestra. A Brema ha dedicato il suo interesse alla promozione dei giovani artisti. Dal 1991 è stato direttore artistico del Bremen International Trumpet Festival, una delle più importanti manifestazioni del mondo degli ottoni. Nel 1994 Otto Sauter fonda la Bremen Trumpet Academy che, sotto la sua guida, ha offerto a molti giovani trombettisti un programma di formazione unico nel suo genere.
Sauter affianca la carriera da concertista con quella didattica di livello internazionali presso la Bremen Academy of Arts, la Gakuen School of Music di Tokyo e la Universidad Metropolitana de Santiago de Chile.
Otto Sauter è uno dei solisti più ricercati. Nel dicembre 1995 suona con la Philharmonia Orchestra di Londra alla presenza del Principe Carlo di Inghilterra, nel Palazzo di St. James. Nel 1998 è protagonista del Concerto per celebrare la Fondazione della Società tedesca per il restauro dei tesori d'arte in Vaticano. Nel 2000, durante la Festa Musica Pro Mundo VNO, suona con la Philharmonia Hungarica in Piazza San Pietro per Papa Giovanni Paolo II. Dal 2001 suona, regolarmente, nella rassegna di musica Elevazione Spirituale in Vaticano.
Per il 50° anniversario di UNICEF in Germania, Otto Sauter esegue una serie di concerti nelle più belle ed importanti Chiese e Abbazie.
Ogni anno invita artisti di fama internazionale - Montserrat Caballé o Bobby McFerrin – impegnati nei Concerti per la "Otto Sauter Foundation", all’Hohentwiel Festival sulle rive del Lago di Costanza.
Con la EMI Classics, Otto Sauter incide "World of Barocco”, riscoprendo concerti di A. Scarlatti, G. Reutter e J. M. Molter, che non venivano eseguiti da oltre 250 anni.
Oltre al repertorio barocco, Otto Sauter si è dedicato alla letteratura contemporanea originale per trombino. Ha commissionato ed eseguito composizioni di Julien François Zbinden, Harald Genzmer e Jan Koetsier. Nel 2004 ha presentato tre anteprime mondiali del compositore ceco Juraj Filas (il cui maestro fu allievo di Dvorák), delle quali due al Beethovenfest Bonn.

Nel 2004, seguendo il suo motto "La musica notevole ha bisogno di luoghi notevoli", Otto Sauterha inaugurato il primo "Wartburg Festival" a Wartburg (luogo dove Lutero tradusse la Bibbia e facente parte del Patrimonio mondiale UNESCO) invitando artisti di fama internazionale come Lucia Aliberti, Justus Frantz, Klaus Mertens, Matthias Eisenberg.

Nel luglio 2005 inaugura il Festival internazionale "Musica Sacra” a Roma. Grazie alla coesistenza di arte, cultura e scenario naturale offerto dalla “città eterna”, il Festival è diventato un evento unico ed autentico. Stelle del mondo della musica, dalla soprano Lucia Aliberti alla Malmö Symphony Orchestra, fino agli organisti Michael Schönheit e Christian Schmitt si sono riuniti con 32 cori, provenienti da oltre 20 nazioni, per dare avvio, attraverso le loro esibizioni, all'unificazione ecumenica di tutte le nazioni del mondo. Il patron del Festival è stato il Cardinale Paul Poupard, presidente del Pontificio Consiglio Vaticano della Cultura.
Nel 2006, in occasione del 250° anniversario dalla nascita di W. A. Mozart, ha avviato la "Little Amadeus & Friends Aktionstag", in collaborazione con le scuole elementari tedesce e Peter Will, il produttore televisivo di famose serie tv per bambini. Insieme hanno creato una serie di cartoni animati che hanno ricevuto il premio "Echo Klassik". Il progetto ha avuto il patrocinio della German-Mozart Society perchè mira a far conoscere ai bambini la musica classica in modo divertente. "Little Amadeus & Friends Aktionstag" è supportata da diverse importanti istituzioni tedesche, tra cui: Deutscher Musikrat, DOV, BDMV, Deutsche Phonoakademie, VDS, VdM.

Oltre alla carriera da solista, Otto Sauter si occupa dell’ensemble "Ten of the Best", composto da dieci tra i migliori trombettisti al mondo. Nel 2006 è stato direttore artistico del "Playtime Lice City Concert Tour", organizzato durante i mondiali di calcio e sostenuto dal comitato organizzatore della Coppa del Mondo FIFA 2006. Il Festival ha avuto il patrocinio del Dr. Theo Zwanziger (Vicepresidente OK FIFA WM 2006), si è svolto con lo scopo dimostrare e celebrare l'ospitalità della Germania con 16 concerti gratuiti a Brema, Ludwigshafen, Trier, nelle isole Rügen e Norderney, nei luoghi rappresentativi quali Sächsische Staatsoper Dresden, Semperoper o la piazza del mercato nella città natale di Händel Halle. Durante il festival Otto Sauter si è esibito con il suo ensamble, con un gruppo di jazzisti di fama internazionale e con le orchestre sinfoniche delle città ospitanti.

Nel 2008 ha eseguito per la prima volta il concerto per trombino dedicatogli dal compositore greco Mikis Theodorakis con i Berliner Philharmoniker e con la Cologne Philharmony. Otto Sauter collabora quotidianamente con orchestre e artisti quali RSO di Praga, RSO MDR e HR, Tcheque Philharmonic, Malmö Symphony Orchestra, Beethoven Orchester di Bonn, Bach Collegium di Lipsia, Sinfonia Varsavia, Münchener Kammerorchester, Capella Istropolitana, Edita Gruberova, José Carreras, Gösta Winberg, Ivo Pogorelich, Elena Bashkirova, Jochen Kowalski, Mario Adorf, Michael Mendl, Zubin Mehta, Daniel Barenboim, Christoph Poppen, Marcello Viotti.

Claudio Quintavalla

Prima tromba, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino

Claudio Quintavalla si diploma in tromba con Andrea Patrignani, si perfeziona con André Bernard, Guido Corti, Pierre Thibaud, Raphi Glaser, Armando Ghitalla, Luciano Cadoppi e Matthias Persson.

Idoneo ai concorsi per prima tromba presso le orchestre dell’Ente Arena di Verona e Sinfonica di Sanremo e per terza tromba presso il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, collabora con le orchestre del Teatro La Fenice di Venezia, del Teatro alla Scala di Milano, del Teatro Petruzzelli di Bari, del Teatro Verdi di Trieste, del Teatro Regio di Torino, della RAI, di Sanremo e del Teatro Nazionale di Monaco di Baviera.
Svolge attività concertistica in gruppi da camera, è membro e fondatore del Controquintetto.  In qualità di orchestrale e solista collabora con l'Orchestra da Camera di Mantova e con i Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino.

Attualmente ricopre il ruolo di Prima tromba dell'Orchestra del  Teatro del Maggio Musicale Fiorentino di Firenze, suonando sotto la bacchetta di Z. Mehta, S. Ozawa, D. Barenboim, D. Gatti, C. Abbado, B. Bartoletti, D. Oren, J. Conlon, M. Guttman, R. Muti.

Andrea Tofanelli

SOLISTA INTERNAZIONALE

ANDREA TOFANELLI – Biografia

 

 

Andrea Tofanelli, trombettista, nasce a Viareggio (LU) il 26 Luglio del 1965 e inizia a studiare musica e tromba nella banda di Torre del Lago Puccini nel1975, guidato dal padre Dino, dal maestro Marino Peruzzi e da alcuni musicisti jazz amatoriali vicini a Dean Benedetti, il famoso sassofonista jazz italo-americano menzionato in tutte le biografie di Charlie Parker. Già nel1979, all'età di soli 14 anni, Andrea viene notato dal noto arrangiatore e direttore d’orchestra Luciano Maraviglia e inizia ad essere chiamato a suonare come prima tromba con molte big band professionali della Versilia. Nello stesso anno inizia a fare le prime esperienze lavorative anche nel campo della musica classica e nel1981entra a studiare tromba all’Istituto Musicale Pareggiato “L . Boccherini" di Lucca, dove nel 1987 sidiplomacon ilmassimo dei voti,10 e lode. Nello stesso anno si perfeziona conArmando Ghitalla(tromba solista della Boston Symphony Orchestra e docente presso l'Università del Michigan) e approfondisce gli studi jazzistici con Oscar Valdambrini e Sergio Fanni (trombe soliste dell’Orchestra di Musica Leggera della Rai di Roma e di Milano).

 

Nell’ambito del jazz, si é esibito come ospite solista e/o come prima tromba conMaynard Ferguson e la sua Big Bop Nouveau Band (USA)in Italia, Inghilterra e Stati Uniti,Peter Erskine, Randy Brecker, Gino Vannelli, Eric Marienthal, Claudio Roditi, Kenny Wheeler, Tom Harrell, Paul Jeffrey, Dave Liebman, Brad Leali, Butch Miles, Carmen Bradford, Dusko Gojkovich, Steve Swallow, Frank Foster, New York Voices, Till Brönner, Valery Ponomarev, Carl Anderson, Lee Konitz, John Taylor, Palle Daniellson, Denis DiBlasio, Lew Soloffe con gli italianiEnrico Rava, Gianni Basso, Paolo Fresu, Massimo Nunzi, Bruno Tommaso, Stefano Bollani, Giorgio Gaslini, Gianluigi Trovesi, Paolo Fresu, Henghel Gualdi, Mauro Grossi,, ecc… 

Si è inoltre esibito come solista con gliAtlanta Seventeen Big Band, Joe Gransden Big Band, Rowan University Big Band, New England Jazz Ensemble, San Diego State University Jazz Band, RCC Wind Ensemble Honor Band, Upland HS Jazz Band, Deer Valley HS Jazz Band (USA), Sandvika Storband (Norvegia), Yuzo Kataoka All-Star Big Band (Giappone), Ralph Pyl’s All-Star Big Band (Australia), Luxembourg Jazz Orchestra, Opus78 Big Band, Harmonie Bascharage (Lussemburgo), Dani Felber Big Band, SMZ Big Band, ZHdK Big Band (Svizzera) e Jazzorchester Karlsruhe (Germania).

 

Il 20 Settembre 2006 è stato invitato come solista al“Maynard Ferguson Tribute”, concerto ufficiale per la commemorazione di Maynard Ferguson organizzato alTouhill Performing Arts Center di St. Louis (USA), dal quale è stato realizzato il dvd ufficiale per la commemorazione del grande trombettista canadese (2007). 

Nel 2014 è stato chiamato a far parte del prestigioso “Board of Directors”dell’International Trumpet Guildamericano, primo trombettista italiano nella storia, ed è stato ufficialmente eletto in carica dai membri dell’ITG fino al 2019. Si è esibito come solista nelle Conferenze ITG del 2008 (Banff Center, Canada), 2010 (Sidney, Australia), 2012 (Columbus, Georgia, USA) e 2015 (Columbus, Ohio, USA).

 

Nel 2008 ha ottenuto come riconoscimento dal Governo degli Stati Uniti d’America ilpermesso di lavoroVisa O-1 per straordinaria abilità nelle arti.

Ha collaborato come 1° tromba e solista con l’orchestra americana diPaul Anka, col quale ha effettuato i Tours Europei 2007 e 2008 e molti altri concerti sia negli Stati Uniti che in Europa, e ha fatto parte della band diGino Vannelliper i suoi Tours Italiani 2012 e 2016.

 

Negli ultimi 25 anni ha partecipato anche a moltissimishow televisiviperRAI, MEDIASET, LA7, e SKY(attualmente circa100, tra le quali il “Festival della Canzone Italiana di Sanremo”, "Fiorello-Stasera pago io Revolution", "Francamente me ne infischio", “125 milioni di caz...e” e “RockPolitik” con Adriano Celentano, 2 anni di "Maurizio Costanzo Show" e "Buona Domenica" con Demo Morselli, “Panariello-Ma il cielo è sempre più blu”, "Disco per l'Estate", “Pavarotti & Friends 2000 For Cambodia and Tibet”, “Mezzogiorno in Famiglia”, “La Notte Vola”, “Passaparola” ecc…) e come session man ha inciso innumerevolicolonne sonoreper importanti films italiani, nelle più importanti sale di incisione, oltre a innumerevoli spot pubblicitari. Nel 2013 ha anche composto e inciso la colonna sonora del film “Il Segreto degli Alberi” (2012) insieme al pianista Riccardo Arrighini.

 

Nell’ambito dellamusica pop, ha fatto parte della band diJovanottinel Tour “L’Albero” 1997 ed ha avuto modo di esibirsi e/o incidere conLuciano Pavarotti, Fiorello, Adriano Celentano, Claudio Baglioni, Gianni  Morandi, Renato Zero, Elio e le Storie Tese e Biba Band, Antonella Ruggiero, Toto Cutugno, YuYu, Irene Grandi, Fausto Leali, Articolo 31, Gino Paoli, Tullio De Piscopo, Francesco Baccini, Ivana Spagna, Andrea Mingardi, Rossana Casale, Dirotta su Cuba e Jenny B. Ha fatto parte per 2 anni dellaBig Band di Demo Morsellied ha accompagnato in esibizioni televisive live la stragrande maggioranza dei cantanti italiani, oltre ad artisti stranieri comeGeorge Michael, Burt Bacharach, Joe Cocker, Tom Jones, Michael Bublè, Dee Dee Bridgewater, Gloria Gaynor, Amy Stewart, Donna Summer, Randy Crawford, Carl Anderson, Gibson Brothers, Matt Bianco, Kid Creole & The Coconuts, Samantha Fox, Imagination, Patrick Hernandez, Tony Hadley, Paul Young e Petula Clark.

 

Dal jazz alla musica leggera e classica si è esibito negliStati Uniti, Giappone, Canada, Australia, Germania, Norvegia, Inghilterra, Lussemburgo, Malta, Finlandia, Francia, Russia, Liechtenstein, Austria, Svizzera, Olanda, Belgio, Scozia, Polonia, Grecia, Spagna, Portogallo, Egitto, Serbia e Principato di Monaco. 

Ha partecipato aimportanti festival internazionali, tra i quali il “Japan Band Clinic” ad Hamamatsu, “North Sea Jazz Festival” a Rotterdam, “Pori Jazz Festival”, “Autostadt Jazz & Blues Festival” di Wolfsburg, “Oulu Jazz Festival”, “Escenica Festival” di Madrid, “Printemps Musical Festival, Luxembourg”, “Rowan Jazz Festival” a Philadelphia USA, “Musek Am Syrdall, Saison Musicale, Mensdorf”, "San Francisco Making Waves Festival”, “Luxemburg Blues’n Jazz Rallye Festival”, “Festival Internacional Jazz San Javier”, “Winterthur Out in the Green Festival”, “San Sebastian Jazz Festival”, “Lichtenstein Little Big One Festival”, “The Tower Music Festival” e “Four Seasons Festival” a Londra, “Malta Festival”, “Wien Festival” e “Festival di Edimburgo”, ”Umbria Jazz Festival”, “Herr Nilsen” Jazz Club a Oslo, Villa Celimontana Jazz Festival”, “Vicenza Jazz Festival”, "Ascona Jazz Festival" Svizzera, "Western States Jazz Festival" USA, Scottish Festival of Trumpets, “Roma Jazz Festival”, “Woodstock der Blasmusik”, Blechbläsertag Schleswig-Holstein di Lubecca, CIMVO Curs Internacional de Musica Vila de L'Olleria e molti altri.

Si è esibito inprestigiosi teatri e sale da concertocome il “Teatro dell’Opera” di Vienna, “Concertgebow” di Amsterdam, “Radio France” e "Palais De Congrés” di Parigi, “Usher Hall” di Edimburgo, Blues Alley di Washington-USA, “Touhill Performing Arts Center” di St. Louis-USA, "Heineken Music Hall" di Amsterdam, "Queen Elizabeth Hall" di Anversa, “B1 Club” di Mosca, "Hartwell Arena" ad Helsinki, “Tempodrom” in Berlino, “Philipshalle” di Dusseldorf, “Mohegan Sun Arena” USA, "Hala Sportova" di Belgrado, “Expo di Hannover”, “Banff Center” in Alberta-Canada, "Kongresshaus" di Zurigo, Teatro di Ludwigshafen, “Estoril Casinò” a Lisbona, “Sporting Club” nel Principato di Monaco, “Auditorium”, “Casa del Jazz” e “Auditorium del Foro Italico” e “Auditorium Parco della Musica” a Roma e molti altri.

 

Ad oggi, è apparso come trombettista nelfilmRAI “Le ragazze di San Frediano” (2007) ed ha suonato neivideo“Maynard Ferguson Tribute Concert” di Saint Louis (USA, 2007), “Lorenzo, Raccolto 1997” (Polygram), “Pavarotti & Friends 2000, For Cambodia and Tibet” (Decca) e “Ti Adoro” di Pavarotti, 2003. Si è esibito come solista nel dvd “Jazz Istruzioni per L’Uso” della Laterza Edizioni (2008) e nella collana di 12 dvd “La Grande Storia del Jazz” (2009) allegata a Espresso-Repubblica, entrambi curati da Massimo Nunzi.

 

Nel 1999 ha inciso“Mattia’s Walk & Tribute To Maynard Ferguson”,il suo primo disco di jazz come solista, edito dalla Splasc(H) Records, e nel 2001 é uscito“Ricordo di...Napoli”,un omaggio alla musica napoletana edito da Fonotecnica. Durante il suo Tour 2005 negli Stati Uniti ha inciso per la LMP Records di Clermont (California) con gli Artisan Brass di Los Angeles la“Romantic Celebration” Suiteper tromba solista jazz e quintetto di ottoni, dedicatagli dal compositore americano Grammy-Nominated Brent Pierce. Nel 2008, il compositore italiano Antonio Giacometti gli ha dedicato la parte di tromba solista nel poema sinfonico“Antarctica”. Nel 2010 è uscito il nuovo disco“Flamingo”prodotto dagli LMP Studios di Jim Linahon (Clermont, California) per l’etichetta ACM (American Creative Music, USA) e la“Earth Games 2012”suite (Summit Records, USA) con Joe Alessi, dedicatagli dal compositore Nicola Ferro. 

Il disco“More Than Just Friends”registrato come prima tromba e solista con la Dani Felber Big Band ha vinto il prestigioso“Swiss Jazz Award”nel 2009, mentre il disco“Portrait of Dani”(2015) contenente la performance solistica di Andrea sul brano“This is For My Friend Andrea Tofanelli”ha vinto il Disco di Platino in Svizzera.

Tra pop, jazz, musica latina e colonne sonore, Andrea ha inciso più di500 dischi, molti dei quali hanno ottenuto Dischi d’Oro e di Platino in Italia e all’Estero, collaborando con i più prestigiosi artisti italiani e internazionali.

 

Collabora come 1° tromba e solista con moltebig bands italiane, tra cui: Demo Morselli Big Band (Roma), Torino Jazz Orchestra (TO), Barga Jazz Big Band (LU), Orchestra Operaia e Orchestra JIPU di Massimo Nunzi (Roma), Paolo Tomelleri, Big Band (MI), Antonella Ruggiero Big Band (PS), Big Band del Friuli-Venezia-Giulia (UD), Vincenzo Genovese Big Band (PT), Guacamaya Big Band (FI), Paolo Tomelleri Big Band (Mi), PMJO Parco della Musica Jazz Orchestra (Roma), PM Jazz Lab (Roma), Jazz Art Orchestra (RE), Orchestra Jazz della Sardegna (SS), C.B. Band (RE), Evolution Big Band (MI), Reunion Big Band (BO), Interart Band (VI), Millennium Bug Orchestra (FI), New Project Jazz Orchestra (TN), All Times Big Band (PG), New Sugar Kitty’s Big Band (PC), Village Big Band (BO), N.C.D.M. Big Band (MI), Band IT (CO), JAM Big Band (LI), New Forties Big Band (MI), Keever Big Band (NO), Dino Siani Big Band (LC), Di Gregorio Big Band (PS), Bansigu Big Band (GE), Onda Sonora Big Band (MS), Mai Dire Band (MI), Lino Quagliero Big Band (Roma), Biba Band (MI), Orchestra Nazionale Giovanile di Jazz (SI).

 

Nell’ambito dellamusica classicaha vinto iconcorsi nazionaliper l’Orchestra Giovanile Italiana di Fiesole (Tournée Europea e Italiana 1988) e per il Teatro Comunale del Giglio di Lucca, arrivando anche in finale a Roma nelle selezioni per l’ECYO (Orchestra Giovanile Europea). Nel 1989/90 ha svolto il servizio militare di leva suonando nella Banda dell’Aeronautica Italiana a Roma. A tutt’oggi ha collaborato anche con l’ORT Orchestra Regionale Toscana, l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra Sinfonica dell’Emilia-Romagna “A. Toscanini”, l’Orchestra Filarmonica del Teatro Regio di Torino, l’EUR Spettacoli e l’Orchestra da Camera Lucchese. 

 

Per quanto riguardal’insegnamento, dal 2004 èdocente di ruolo di Tromba e Laboratorio d’Improvvisazione all’Istituto Superiore di Studi Musicali "O.Vecchi-A.Tonelli" di Modena.Comedocente internazionaleha tenuto clinics negliStati Unitialla California State University Northridge di Los Angeles, San Diego State University (California), Oklahoma City University, Oklahoma Christian University (Oklahoma), Rowan University di Philadelphia (Pennsylvania), Riverside City College, Fullerton College (California), International Trumpet Seminar alla Grand Valley State University (Michigan), First Baptist Church of Decatur di Atlanta (Georgia), Canton High School, Region 7 School District di Winsted, Southington High School, Manchester High School e Hall High School di West Harford (Connecticut), inGiapponeal Japan Band Clinic, e in ambito europeo inNorvegia(Norges Musikkhøgskole-Norvegian Academy of Music),Lussemburgo(Musique Militaire Grand-Ducale Philarmonie),Germania(Musikhochschule di Lubecca, Amburgo, Schramberg e Offenburg),Spagna(Teror Festival de Trompeta Isole Canarie, CIMVO Curs Internacional de Musica Vila de L’Olleria),Polonia(Accademie Musicali di Lodz e Poznań) eSvizzera(Zurigo, Mennedorf, Ermatingen). Inoltre, ha tenuto master classes inItaliaper molti anni alla Italian Brass Week, insieme alle prime parti della Chicago Symphony, Allen Vizzutti e Jens Lindemann, al Baceno Brass Festival e ai Corsi Internazionali di Bosa Antica. È stato l’unico trombettista italiano consultato per la stesura del libro didattico sull’impostazione trombettistica “Embouchure - The Pros Talk” (USA, 2002) di Clint Pops McLaughlin. Nel 2003 stato assistente al seminario tenuto da Maynard Ferguson al Vicenza Jazz Festival. 

 

Dal 2000 al 2010 è stato anchedirettore artisticodel "Dean Benedetti Jazz Festival" di Torre del Lago Puccini (LU).

 

Dal 2003 Andrea Tofanelli é unartistaeclinician internazionale YAMAHA.

 

Rex Richardson

Solista internazionale

Hailed as “one of the world’s most engaging and astonishingly versatile trumpeters,” (Style Weekly) Yamaha Performing Artist Rex Richardson is one of the busiest crossover trumpeters on the international scene.  Due to his strong commitment to performance and education, coupled with his passion for the arts, Rex Richardson has been named “Personality of The Year” by the Brass Herald.

 

A veteran of the acclaimed chamber ensemble Rhythm & Brass, jazz legend Joe Henderson’s Quintet and Sextet, William Russo’s Chicago Jazz Ensemble, and the Brass Band of Battle Creek, known as the world’s “Rolls Royce of Brass Bands” (Brass Band World), he stays busy as a headline artist at international brass and jazz festivals and as a soloist with orchestras, concert bands, brass bands and jazz ensembles. Since the early 90s he has worked with countless celebrity artists in multiple genres, developing a unique reputation in the trumpet world for his combination of singular virtuosity, a highly personal style, and an emphasis on improvisation in classical as well as jazz idioms.

 

A tireless champion of new music, Richardson presented the premiere performances of concertos by Dana Wilson, Doug Richards and Peter Meechan on four continents between 2006 and 2010. 2010-2011 will see the Australian, Brazilian, Swedish and American premieres of Stephenson’s Trumpet Concerto no. 2, “Rextreme.”

 

Richardson is Professor of Trumpet and Jazz Trumpet at Virginia Commonwealth University and served as Artist in Residence at London’s Trinity College of Music from 2006-2009.  His five solo recordings, including the most recent “Magnum Opus: 21st Century Trumpet Concertos” are released on Summit Records.

 

 http://www.rexrichardson.net

Allegati
Yamaha  (JPG, 8 Kb) Yamaha (JPG, 8 Kb)